fbpx

Utilizzare il legno come materiale da costruzione per realizzare grattacieli, palazzi dello sport e ponti stradali, secondo voi è possibile? La risposta è sì!

Ciò che sembrerebbe una scelta improbabile, ambiziosa e poco realizzabile è in realtà una possibilità che oggi quota il 10% del mercato mondiale.

Negli ultimi decenni, infatti, soprattutto nei paesi nordici, l’utilizzo del legno come materiale da costruzione ha portato immensi benefici tecnici, ambientali, strutturali ed economici.

I vantaggi di utilizzare il legno come materiale da costruzione

Tra i vantaggi nell’utilizzare il legno come materiale da costruzione emergono quelli di tipi economico. La rapidità di esecuzione, la facilità di posa e la sicurezza che offre una costruzione con telaio portante in legno abbatte i costi a volte in modo notevole senza aumentare l’impatto ambientale negativo nel settore delle costruzioni.

Il settore edilizio, in effetti, ha da sempre ambito alla riduzione del consumo di energia necessaria per la realizzazione di un edificio. Oggi è innegabile che si sia raggiunto l’obiettivo: il legno anche dopo la lavorazione continua ad immagazzinare anidride carbonica mentre la riforestazione delle zone di abbattimento garantiscono, mediante la ricrescita, la produzione di nuovo ossigeno che purifica l’aria.

Non solo, la rapidità costruttiva, come abbiamo visto, abbatte gli sprechi di combustibile necessari all’azione dei macchinari che producono cemento, calcestruzzo o vetro.

Il legno un materiale da costruzione dalle qualità uniche

Le caratteristiche funzionali come: l’isolamento termico, la resistenza al vento e alle intemperie, alle forze di trazione e compressione e la facilità nel maneggiare e modellare, sono punti di forza assoluti.

Facilità e velocità nelle lavorazioni edili

Alterare e lavorare il legno è facile, così come lo è verniciare e trattarne la sua superficie che, peraltro, subito dopo essere stata segata e piallata è subito pronta per qualsiasi trattamento.

Il lavoro svolto sulla superficie, attraverso la cura e la manutenzione, garantisce o meno la durevolezza della vita dell’edificio. Il tempo, l’erosione dei raggi del sole, la grana, la consistenza e la patina sono in qualche modo i migliori amici di un edificio in legno: aiutano a dare a una facciata in legno carattere e bellezza per moltissimo tempo.

I benefici strutturali sono evidenti, snellezza e leggerezza, possibilità di tagli in opera, quindi flessibilità, ma anche la possibilità di costruire in periodi dell’anno relativamente freddi, senza dover preoccuparsi del gelo o dell’insorgenza dell’umidità poiché muffe e funghi in decomposizione non esistono a temperature al di sotto dei 5° C.

La leggerezza è un fattore determinante in quanto influisce in molti fattori, dalla costruzione al trasporto. Garantisce flessibilità in ogni fase del montaggio ed installazione, sia di travi che di pannelli prefabbricati, ed è una componente decisiva negli ampliamenti di edifici che necessitano uno sviluppo in altezza.

Il legno un materiale sicuro e resistente

Un altro vantaggio è la sicurezza della resistenza al fuoco del legno che pur essendo un materiale combustibile ha una capacità ignifuga che permette di lasciare lungo inalterata la staticità, anche durante la combustione stessa.

Il legno come materiale da costruzione si pone ad oggi come scelta d’avanguardia per un’edilizia sostenibile.