fbpx

Perché il legno è il materiale da costruzione per eccellenza nell’edilizia sostenibile? La sostenibilità del legno nelle costruzioni edili è evidente sin dal primo assunto: il suo utilizzo comporta l’inutilizzazione di altri materiali da costruzione come: cemento, acciaio e mattoni.

Già questa prima definizione fa capire, in maniera concreta ed insindacabile, quanto il legno oggi sia il materiale edile ideale per il concetto di edilizia sostenibile.

I materiali sopracitati necessitano di una grossa quantità di energia per poter essere prodotti. Questo comporta di conseguenza un’alta emissione di anidride carbonica. Si tratta di materiali classificabili come “materie prime finite” in quanto l’estrazione e l’elaborazione sono generate da combustibili fossili.

I vantaggi nell’utilizzo del legno nell’edilizia sostenibile

Il legno permette di immagazzinare anidride carbonica, anche dopo il taglio della materia prima, e le emissioni associate alla raccolta, allo stoccaggio e alla lavorazione sono assolutamente minime. Basta pensare che l’energia esterna per tali produzioni proviene spesso da biocarburanti sottoderivati come corteccia e sugheri. Probabilmente l’unica fase che prevede un utilizzo di energia elettrica più consistente è l’essiccazione di pannelli e travi.

La versatilità del legno è indubbia, la combinazione dei diversi componenti consente alle strutture di sopportare alti carichi, rende gli ambienti ben isolati, termicamente ed acusticamente, e resiste al fuoco e all’umidità.

Legno da costruzione: un materiale funzionale e resistente

Passando al concetto di funzionalità del legno, generalmente si è portati a pensare che il deterioramento del legno, rispetto ad altri materiali, sia maggiore: niente di più errato. Da uno studio sui ponti in legno, eseguito nelle regioni scandinave, si è dimostrato che questi hanno una durata del tutto uguale ai ponti in acciaio e in cemento con evidenti vantaggi per l’ambiente, per non parlare dell’aspetto estetico.

La differenza di emissione di anidride carbonica del legno rispetto ad altri materiali, numericamente parlando, è stimata intorno a 1,6 tonnellate per metro cubo.

edificio sostenibile in legno

Riutilizzo della materia prima ed economia circolare

Il ciclo di vita e il riutilizzo della materia sono elementi su cui porre molta attenzione: tutti i materiali da costruzione hanno un solo ciclo di vita che li rende inutilizzabili una volta terminato il processo costruttivo. Diversamente il legno è uno dei materiali da costruzione che, una volta dismesso, può essere riciclato ed utilizzato per altri scopi.

Per ottenere il massimo della sostenibilità nell’utilizzo del legno si dovrebbe rispettare una gerarchia che prende in considerazione il ciclo di vita e l’impiego. In primo luogo, si dovrebbe adoperare il legno per l’attività principale, cioè quella che impiega una quantità maggiore di tempo, come appunto l’edilizia sostenibile. Successivamente, una volta giunto al termine il ciclo di vita, il materiale può essere adoperato per la produzione di energia. Il disboscamento per un utilizzo immediato della materia prima, anche se l’impatto è comunque meno importante rispetto ai combustibili fossili finiti, ha poco senso in ottica di sostenibilità e di economia circolare.

Qualsiasi tipologia di costruzione in legno, finestre, porte, travi, morali, ecc, possono essere riutilizzati una volta terminata la loro primaria funzionalità. In fondo alla piramide gerarchica di utilizzo c’è comunque l’incenerimento che risulta essere un’energia neutra dal punto di vista climatico.

Edilizia sostenibile in legno: una grande sfida!

L’obiettivo posto a livello europeo è quello di raggiungere una maggiore efficienza energetica sfruttando in maniera più ampia le fonti energetiche rinnovabili e questo sarà possibile utilizzandole sin dalla fase costruttiva e produttiva. Fino a ieri la preoccupazione maggiore era posta nella fase operativa, oggi è necessario adottare delle scelte sostenibili fin dalla valutazione dei materiali, questa è una grande sfida per il settore delle costruzioni.

In conclusione, ci sembra evidente quanti e quali vantaggi comporta in termini di sostenibilità la scelta del legno in edilizia. Un materiale che sta rivivendo un’altra giovinezza, un altro modo di essere utilizzato e soprattutto una valorizzazione che nel tempo si era persa.

Scegli il legno da costruzione per un’edilizia sostenibile

Richiedi un preventivo gratuito!